servizi sociali
Mar 24 Novembre 2020, 9:05 (5 mesi fa)

Quest’anno a causa delle restrizioni in vigore, a malincuore, in occasione del 25 novembre – Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne – non sarà possibile, contrariamente a quanto fatto negli anni scorsi, proporre un incontro e/o un momento di riflessione su questa problematica sempre più diffusa e presente anche nel nostro territorio.
Quest’anno più che mai, complice l’effetto della Pandemia provocata dalla diffusione da Covid – 19 che ha costretto molte donne vittime di violenza a trascorrere un lunghissimo periodo di reclusione, purtroppo, si è parlato moltissimo dell’acuirsi della violenza domestica in particolare nei mesi di lockdown.
Stando ai dati Istat, da marzo a giugno 2020 il numero di richieste di aiuto per sé o per altri, pervenute al numero verde nazionale 1522 (per la violenza e lo stalking) sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2019 (+ 119%). Le operatrici hanno ricevuto 15.280 fra telefonate e messaggi validi, e quasi 5000 delle quali erano richieste di aiuto per violenza.
L’esame dei dati statistici indica inoltre che l’aumento delle telefonate non implicherebbe necessariamente l’aumento dei casi di violenza, ma, sicuramente è indice di un incremento delle persone che hanno trovato finalmente la forza di segnalare il proprio bisogno di aiuto.
Questo ultimo dato è forse il più significativo. Dopo anni di sensibilizzazione sul tema, sempre più donne trovano finalmente il coraggio di farsi avanti e di cercare aiuto. 
Questo è l’atteggiamento giusto – l’unico possibile – per contrastare il diffondersi di questo drammatico fenomeno. 
L’amministrazione comunale, che da anni collabora ed ha raggiunto un protocollo di intesa con il Centro anti-violenza di Lodi “La metà di Niente” (cell. 331.34.95.221), è al fianco di tutte voi ed è disponibile, nella massima riservatezza, ad ascoltarvi qualora ravvisiate la necessità di segnalare episodi di violenza subiti da voi e/o da vostre conoscenti, o anche semplicemente per fornirvi maggiori informazioni sulla gestione della problematica.
                    
L’amministrazione Comunale