sanità
Mar 5 Maggio 2020, 11:01 (11 mesi fa)

Cari concittadini, con decorrenza dal 4 maggio abbiamo iniziato la seconda fase dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Ciò però non significa “liberi tutti” in quanto i tempi sono ancora critici  e sarà comunque necessario il contributo coscienzioso e il comportamento responsabile di ognuno, nel pieno rispetto delle regole imposte dal governo. 
Solo la collaborazione di tutta la cittadinanza ci consentirà di contrastare in modo definitivo la diffusione del COVID-19, a tutt’oggi ancora presente, e riprendere quanto prima la quotidianità della nostra vita.
Il Presidente del Consiglio dei Ministri in data 26 aprile 2020 ha emesso un  nuovo provvedimento relativo a questa seconda fase che di fatto consente delle aperture, ma al tempo stesso mantiene le restrizione di sempre.
In particolare, è fatto obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi aperti al pubblico e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza,  con esclusione dei bambini al di sotto dei sei anni e dei disabili. 
Pertanto, nel ribadire l’importanza di evitare assembramenti ovunque, sia in luoghi pubblici sia privati, ricordo che gli spostamenti sono consentiti solo da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute.
Gli spostamenti per incontrare i congiunti sono consentiti, purché venga rispettato il divieto di assembramento ed il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie.
Inoltre, non è consentito svolgere attività ludica e ricreativa all’aperto, ma è ammesso lo svolgimento dell’attività sportiva e motoria in modo individuale, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri.
Ricordo che l’accesso alle attività commerciali aperte dovrà avvenire in modo dilazionato e limato e con l’utilizzo dei dispositivi individuali di protezione.
Ora alcune informazioni:
-    Gli uffici comunali rimarranno chiusi al pubblico; l’accesso sarà consentito, previo appuntamento telefonico, in numero ristretto di persone dotate dei DPI
-    Mercoledì 6 maggio riaprirà il cimitero. L’accesso sarà libero, ma dovrà avvenire nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con l’utilizzo dei dispositivi, evitando gli assembramenti
-    Il parco San Bernardino rimarrà chiuso, mentre riaprirà quello dei Platani 
-    Il mercato settimanale del giovedì è già ripreso  per i soli ambulanti di generi alimentari. L’accesso allo stesso sarà consentito alle persone munite di dispositivi individuali di sicurezza, in misura contingentata e con il rispetto delle distanze di legge.
-    Per chi avesse la necessità di mascherine potrà contattare il seguente numero del COC 3341144854.
-    Per quanto riguarda la ricerca epidemiologica che avvieremo a breve sul territorio comunale con l’università di Milano e l’Ospedale Sacco, preciso che la stessa verrà effettuata sull’intera popolazione maggiorenne e minorenne, previo il consenso degli esercenti la patria potestà, oltre che su coloro che per qualsiasi ragione (affettiva, professionale, sanitaria….) sono venuti a contatto con i castiglionesi. Evidenzio che si tratta di uno studio e che, pertanto, non è finalizzato all’esclusiva effettuazione del test o tampone volta a riscontrare la positività o negatività al COVID-19, ma a contribuire alla ricerca scientifica. L’adesione avverrà su base volontaria ed è gratuita. Il Comune provvederà a breve alla convocazione per l’esecuzione dello screening, che avverrà presso la Scuola dell’Infanzia Raggio di Sole.
-    Ricordo, altresì,  la possibilità di richiedere ulteriori buoni spesa. Per i requisiti e le modalità si rinvia all’informativa che verrà pubblicata nei prossimi giorni sul sito comunale.  

Concludo con l’invito alla collaborazione ed al rispetto delle suddette misure affinché si possa, quanto prima, sconfiggere questa epidemia e ritornare alla normalità della vita.

Castiglione d’Adda, 4 maggio 2020

IL SINDACO
Avv. Costantino Pesatori

Lettera del Sindaco - 4 maggio