Museo Diocesano

Vicolo Del Vescovado - 3 - Parma - PR - 43121

Telefono : +39 0521208699

URL : http://www.piazzaduomoparma.com

E-Mail : info@piazzaduomoparma.com

Orario :

da marzo a ottobre dalle 10.00 alle 18.00; dal 1 novembre al 28 febbraio dalle dalle 10.00 alle 17.00. Chiuso il martedì.

Tariffe :

La biglietteria si trova di fianco alla Cattedrale, aperta dal 1 novembre al 28 febbraio tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00; da marzo a ottobre tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00.

Descrizione :

gli scavi archeologici realizzati in occasione del Grande Giubileo del 2000 nel sagrato del Duomo e nel Palazzo Vescovile hanno fornito risultati di estrema importanza per la ricostruzione dell'evoluzione urbanistica del settore nord-orientale della città tra età romana e Medioevo.  Il rinvenimento di un tratto della cinta urbica tardoantica e delle fondazioni di un edificio di culto altomedievale, assieme al mosaico paleocristiano recuperato in Piazza Duomo nel 1955, hanno consentito di stabilire che il complesso episcopale si è sempre mantenuto nella stessa zona.

Partendo dalla città romana e dai culti pagani, il percorso di visita, con l'ausilio di pannelli esplicativi, ricostruzioni grafiche, calchi di epigrafi e reperti archeologici significativi, si snoda, attraverso le strutture murarie venute in luce, evidenziando gli sviluppi del complesso episcopale tra età paleocristiana e pieno Medioevo. All'interno dell'esposizione, accanto a importanti pezzi plastici del XII e XIII secolo provenienti dalla Cattedrale e dal Battistero, trovano così posto anche l'angelo in rame dorato originariamente posto sulla cuspide della Cattedrale , una lucerna cristiana proveniente da Carignano, i capitelli e i mosaici rinvenuti nel 1955 in Piazza Duomo, ora appositamente restaurati.

All'interno del museo è visibile il nuovo Battistero virtuale, un touchscreen con immagini ad alta definizione per scoprire i segreti del monumento.

Come arrivare :

situato in centro storico, a fianco del Duomo e a 5 minuti a piedi da Piazza Garibaldi.