Arte, folclore e sport in eventi di grande attrazione

Arte, folclore e sport in eventi di grande attrazione

Le Manifestazioni internazionali della ceramica d'arte contemporanea e antica richiamano a Faenza, artisti, collezionisti, amatori della maiolica da tutto il mondo. La tradizionale Nott de Bisò: il vino brulè, la notte della vigilia dell'Epifania, preparato dai fuochi dei cinque rioni e il rogo del Niballo, il Palio del Niballo, spettacolare torneo tra cinque cavalieri dei rioni cittadini, rievoca, nel mese di giugno, i fasti e le lotte della Faenza dell'epoca dei Manfredi. La Cento chilometri Firenze-Faenza, infine, è una gara di gran fondo estremamente coinvolgente, che si disputa nella ultimo fine settimana di maggio, a cui partecipano atleti di tutte le nazionalità. In settembre il Mondialtornianti, ripropone la gara tra i migliori ceramisti tornianti provenienti da tutto il mondo.Agli amanti dei piaceri della tavola, Faenza offre accoglienti ristoranti nel centro storico e nelle verdi colline che la circondano. Tra i piatti tipici della cucina faentina, le tagliatelle, i cappelletti, le lasagne, gli strozzapreti di pasta «fatta in casa», conditi con il ricco ragù di carne romagnolo.