sanità
Gio 5 Marzo 2020, 8:40

Prosegue l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Corona Virus: dal palazzo municipale il sindaco Fabio Fecci, dopo aver nuovamente riunito il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, ha emanato e reso nota la quarta ordinanza del periodo, dove proroga fino all’8 marzo le misure adottate con il provvedimento di domenica scorsa, adottando al contempo alcune modifiche, peraltro già annunciate dallo stesso Sindaco con il comunicato del 1 marzo.

Tre sono le prescrizioni riprese  nel provvedimento odierno:

- la sospensione di tutte le attività svolte nei locali di proprietà comunale oggetto di concessione a terzi,

- la chiusura degli impianti sportivi e  la sospensione dei mercati settimanali

Ed è in particolare su queste due ultime misure che si concentra l’ordinanza odierna, dettando nuove disposizioni e recando alcune precisazioni.

Per quanto riguarda gli impianti sportivi, il Sindaco dispone che sia consentito il loro utilizzo esclusivamente da parte delle società sportive solo per allenamenti e partite ufficiali delle Prime Squadre a PORTE CHIUSE (quindi alla presenza dei soli atleti tesserati e degli staff tecnici), previa richiesta del presidente della Società corredata dalla dichiarazione della relativa Federazione sull’obbligo dello svolgimento della competizione agonistica calendarizzata nel prossimo fine settimana. Le società sportive hanno l’obbligo di sanificare i locali dopo il loro utilizzo, i Sevizi comunali preposti quello di sorvegliare sull’ottemperanza. Il provvedimento pone in capo alle società utilizzatrici  la responsabilità civile e penale correlata alle attività svolte nei locali ed in relazione all’emergenza sanitaria.

In riferimento ai mercati, viene stabilito che la loro ripresa a partire dalla prossima settimana sarà valutata dall’Amministrazione Comunale in relazione all’andamento dell’emergenza sanitaria e, qualora i mercati dovessero avere luogo, verranno imposte le opportune misure cautelari a tutela dei visitatori e sarà obbligo degli operatori commerciali – che dovranno necessariamente coordinarsi con le associazioni di categoria – sorvegliare sul loro rispetto, sotto la loro responsabilità sia civile che penale.

Nell’ordinanza si legge anche che l’Amministrazione sta valutando di adottare misure a sostegno degli ambulanti, certamente penalizzati dalla sospensione dei mercati, in relazione al ristoro delle tasse legate alla mancata presenza.

Dal municipio arriva inoltre la comunicazione della volontà dell’Amministrazione di adottare a breve un provvedimento che esoneri le famiglie dal pagamento delle rette degli asili nido, della scuola dell’infanzia e del trasporto scolastico relativamente al periodo di chiusura dei servizi legato all’emergenza sanitaria.

Il Sindaco << Anche noi stiamo lavorando con l’obiettivo di proteggere per quanto possibile la nostra comunità. Sottolineo ancora una volta che tutte le misure hanno efficacia solo se accompagnate dal necessario senso di responsabilità che ognuno di noi deve avere nell’affrontare un’emergenza sanitaria di questo livello. Quindi, niente panico ma buon senso e soprattutto rigoroso rispetto delle prescrizioni che vengono quotidianamente diffuse in ordine ai comportamenti corretti da tenere >>

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

ORDINANZA

TESTO DEL DPCM 04/03/2020​​​​​​​