comune
Sab 20 Marzo, 10:09 (3 settimane fa)

L’impegno del Sindaco e della Giunta comunale nocetana formalizzato con una delibera adottata nella seduta del 18 marzo scorso, nella Giornata Nazionale in memoria delle vittime della pandemia.

Un monumento dedicato a quanti hanno perso la vita a causa della pandemia, al dramma delle loro famiglie, allo straordinario impegno ed al sacrificio del personale che opera nella sanità – medici, infermieri, operatori e volontari -, con queste parole la Giunta Comunale di Noceto ha espresso il proprio impegno nel collocare sul territorio comunale una scultura da dedicare alle vittime del Covid 19, formalizzandolo all’interno di un provvedimento adottato il 18 marzo scorso, proprio nella data che una legge nazionale appena approvata in Senato ha sancito come la Giornata Nazionale dedicata alle Vittime del Covid 19.

<< A Noceto la memoria è un valore fondamentale>> spiega il sindaco Fabio Fecci << come testimoniano i monumenti che abbiamo collocato sul territorio comunale dal 2004 ad oggi – la colomba dedicata ai caduti di Nassiriya, l’obelisco ai caduti nelle missioni di pace all’estero, quello dedicato a Papa Giovanni Paolo II. La pandemia che ci ha colpiti è una tragedia la cui memoria va conservata e questo si può fare mettendo in atto iniziative concrete e di carattere strutturale. Ieri 18 marzo, nella giornata che una legge dello Stato ha dedicato alle vittime del Covid 19, mi sono unito a tutti i Sindaci d’Italia per un minuto di silenzio davanti al municipio e presso il cimitero del capoluogo. Alla sera nella seduta di Giunta abbiamo approvato l’impegno a collocare a Noceto una scultura proprio per onorare la memoria di tutti quanti hanno perso la vita nella pandemia e l’impegno straordinario di quanti operano nella sanità. La scultura verrà collocata nell’area verde antistante la Casa della Salute, proprio per inserirla in maniera logica e significativa in quel contesto, con l’idea di rendere il presidio medico e il monumento gli elementi centrali di un progetto dove quell’area, di interesse naturalistico perché situata lungo il percorso del torrente Recchio, sarà compiutamente convertita a parco, un luogo ispirato alla memoria delle vittime della pandemia, dove ogni cittadino nocetano che ha perso la vita sarà testimoniato da un albero a lui dedicato. Ringrazio il maestro Francesco Vaccarone, l’artista già autore delle sculture di cui ho parlato prima, per la disponibilità accordata nell’ideare il monumento e Emidio Bettuzzi - titolare del ranch La Marchesa in località Lago Tana a Noceto – che ha inteso finanziare l’opera nella condivisione della nostra iniziativa>>

Leggi il comunicato stampa